Stai visualizzando la categoria "Racconti etero"

La madre del mio migliore amico

Scritto il 7 marzo 2017
Scritto in Racconti etero, Racconti tradimenti

Il mio migliore amico ha una madre che si chiama XXX, la signora XXX, mi ha sempre fatto impazzire. Le sue tette, quelle mi fanno impazzire solo a guardarle. La signora XXX ha delle grandi tette.

L’avevo spesso immaginata in modo provocante,  in momenti di sfrenata perversione, momenti in cui mi immaginavo fino a che punto mi sarei spinto per far piacere al mio cazzo.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.8/10 (22 votes cast)

La Mia Cara Mamy

Scritto il 6 settembre 2016
Scritto in Racconti etero

Capitolo 1

Avevo compiuto venti anni da poco, posso dire, di me che sono uno sportivo, dicono che sono un bel ragazzo, ho finito il liceo da poco ho perso due anni, vivo con mia madre, una bella donna di quaranta anni e mio padre, più vecchio di lei, di venti anni ,un libero professionista,, non ci manca nulla, l’unica cosa, che mi rattrista e che vedo mamma triste, a volte silenziosa, ho chiesto, ma la sua risposta, vaga.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.4/10 (7 votes cast)

Questa volta l’abbiamo fatto in 3

Scritto il 12 ottobre 2015
Scritto in Racconti etero, Racconti lesbo, Racconti orgie

Ciao a tutti, quello che vi sto raccontando è un esperienza che si è verificata con mia moglie.

Dopo anni e anni di matrimonio ha iniziato a mancarmi l’attrazione fisica verso di lei. Il fare continuamente le stesse cose, la famiglia e il non poter mai essere da soli e poter riuscire a trovare intimità di cui avevamo bisogno mi hanno escluso mentalmente dai rapporti sessuali.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.8/10 (60 votes cast)

La segretaria del mio medico

Scritto il 7 settembre 2014
Scritto in Racconti etero

La segretaria del mio medico è splendida. La tipica segretaria di bell’aspetto che tutti si porterebbero a letto. Il mio rapporto con lei era il tipico rapporto paziente-segretaria. Mi fermavo per mettermi in lista per la visita, le chiedevo le ricette…Mentre ero nella sala d’attesa ero solito guardarla. Era non altissima ma nemmeno bassa, un bel fisico formoso ma non grasso. Aveva la 3 di seno, un bel culetto, apelli neri a caschetto, occhi marroni, nasino piccolo. Io guardavo, senza farmene accorgere, nella sua scollatura appena fosse possibile. Appena si abbassava per raccogliere qualcosa o si muoveva sporgendosi. La guardavo, sbirciavo ma era poco. Poi tornavo a casa e mi masturbavo, immaginando quella camicetta sbottonarsi.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.3/10 (27 votes cast)

La madre del mio amico

Scritto il 26 maggio 2014
Scritto in Racconti etero

Lei è la madre di un mio caro amico, un amico conosciuto a 6 anni e che ho frequentato per sempre. Quindi potete capire la passione per questa donna quando sia iniziata, quanto presto e quanto sia durata. Dura ancora.
E’ una bella donna, intelligente, seria, divertente, simpatica, a volte anche fredda, ma poi calorosa, ospitale…è perfetta, almeno io la trovo tale.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (23 votes cast)

Professoressa delle medie 1

Scritto il 26 maggio 2014
Scritto in Racconti etero

Non conosco il suo nome,era semplicemente la professoressa S. Già all’epoca,quando avevo 13 anni ed era la mia prof di italiano lei era oltre i 50 anni. Ma mi piaceva. Non avevamo un gran rapporto all’apparenza. Ma in realtà ci piaceva il nostro scontro quotidiano. Lei aveva capelli rossi e mossi, lunghi. Era un po’ panciuta, un bel culo grosso e belle tette. Amava le camiciette,e io le profonde scollature di quelle camicie. Spesso si abbassava per raccogliere qualcosa e la scollatura si apriva….(vero)
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.1/10 (13 votes cast)

La mia trombamica Alessia

Scritto il 17 dicembre 2013
Scritto in Racconti etero

Ciao a tutti, vi voglio raccontare la mia prima volta con la mia scopamica Alessia.
Conobbi Alessia in un bar di Sassuolo assieme ad un mio amico.
Alessia è una ragazza che alla prima occhiata non sembra niente di che ma che mai mi sarei aspettato fosse un animale da letto.
Quel giorno mentre ero al bar con il mio amico, mi passa davanti una ragazza con lunghi capelli neri e si siede al tavolino.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.7/10 (13 votes cast)

Dalla dotteressa

Scritto il 2 dicembre 2013
Scritto in Racconti etero

storia davvero accaduta…..
Erano 2 settimane che avevo dei fortissimi dolori addominali, io che odio andare dai medici, cercavo di resistere….ma un giorno decisi di andarci.
Vado dalla mia dotteressa di famiglia donna sui 48-50 anni molto composta, nulla da immagginare come la dottoressa sexy, una donna semplice molto professionale.
Le dico del problema, e inizia a visitarmi sul lettino….mi tasta sull’addome ma non trova nulla di rilevante….al che mi dice che può dipendere da un problema testicolare, io preoccupato, le chiedo come si possa capire che derivid a questo, e lei mi dice che prima doveva visitarmi….mi dice di alzarmi e togliere anche gli slip. ok…detto fatto mi tolgo tutto….lei si mette seduta sulla sedia e difronte mi inizia a visitare……toccando in maniera molto calma e dolce tutte la parte intima…dopo 2 minuti di visita, piu che dolori inizio a sentire piacere….e ahimè mi diventa durissimo….le chiedo subito scusa dell’accaduto provando imbarazzo….lei prima meravigliata e successivamente imbarazzata mi dice che capita ed è del tutto normale….mi dice di stare calmo, ma deve continuare….incomincia a ritoccare e a tastare ma questa votla con una sola mano l’altra cercava di tenere fermo il mio pene durissimo…era una angoscia questa visita…cercavo di pensare alle cose piu brutte davvero!!! ma stare in quelle condizioni a appena 2 massimo 4 cm dal suo viso e dalla sua bocca era assurdo!……..le dico almeno di fermarsi qualche minuto…davvero non riuscivo piu a mantenermi fermo….tant’è che nella visita involontariamente andavo avanti con il bacino e indietro piano piano….e lei tenendolo stretto con una mano se lo vedeva sempre piu duro sempre piu scapocchiato…..cercavo di fermarmi ma vi giuro diventava difficile….invento un dolore per farla staccare un pò….ma lei mi dice che avrebbe finito li a poco…..15 minuti cosi…era una tortura……
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.2/10 (12 votes cast)

Quella troia della badante

Scritto il 4 ottobre 2013
Scritto in Racconti etero

Ciao a tutti, mi chiamo daniele e ho 25 anni.
Sono di Matera e volevo raccontarvi la mia avventura con la badante di mia nonna.
Una notte di fine estate ero andato assieme alla mia famiglia a trovare la notte in campagna.
I miei zii avevano da poco cambiato la badante alla nonna e sinceramente non l’avevo mai vista prima della vacanza.
Appena arrivati ci aprì la porta una ragazza dell’est, avrà avuto all’incirca 28 anni. Il suo nome era Ana.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.7/10 (14 votes cast)

La donna del mio amico 7

Scritto il 29 settembre 2013
Scritto in Racconti etero

La troia ancora non mi da la soddisfazione di vederla di fare una sega ad un altro uomo in mia presenza. Come già ho detto nel racconto precedente, c’è una persona che vuole darle 50 euro per una sega. Lui vorrebbe una sega a settimana. La cosa mi intriga molto perché sono sicuro che prima o poi la sega diventa un pompino e….
La voglio scopare insieme ad un altro, la voglio dare ad altri uomini per farla scopare. Lei mi fa sperare ma ancora niente. Mi fa incazzare e penso che non voglio piu scoparla.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 2.0/10 (4 votes cast)