Stai visualizzando la categoria "Racconti etero"

Le finestre sul cortile condominiale

Scritto il 6 novembre 2017
Scritto in Racconti etero

Guglielmo e Caterina si conoscevano di vista da alcuni mesi: lui abitava al primo piano di un palazzo milanese, lei si era appena trasferita da Varese.
I due, entrambi single si scambiavano occhiate inequivocabili, ma nessuno aveva ancora fatto il primo passo.
Ormai entrambi conoscevano gli orari dell’altro, sempre gli stessi che scandivano una routine sempre uguale, una vita metodica e semplice: lavoro, sport e qualche uscita con gli amici.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.0/10 (4 votes cast)

Voglio tutto di te…

Scritto il 24 ottobre 2017
Scritto in Racconti etero

Tu. La tua schiena forte e possente. Le tue mani calde e vogliose, in cerca di nuovi territori da esplorare. I tuoi capelli ricci e scuri. Il tuo sorriso perfetto. Le tue braccia forti. Il tuo corpo statuario.
Mi hai folgorata al primo sguardo e anche se ti conoscono tutti per quello che sei, un Don Giovanni in cerca di approvazioni, a me non interessa nulla. Non mi è MAI importato nulla. Io e te cerchiamo la stessa cosa. Io con il mio cuore fatto a pezzi da un amore non corrisposto. Tu con i tuoi mille filtri, quell’apparenza sempre sorridente e appagata che nasconde chissà quale fragilità.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 2.7/10 (6 votes cast)

LA VICINA SOLITARIA

Scritto il 16 ottobre 2017
Scritto in Racconti etero

Una inquilina misteriosa

Quando prese possesso di quell’appartamento allo stesso mio piano, di lei giravano solamente voci. Abito in un palazzo dove tutti si conoscono e, posso dire senza dubbio, a dimensione d’uomo. E come tutte le cose ‘a dimensione d’uomo’, il chiacchiericcio ne fa parte in pieno.
Vivo qui da quando mi sono sposato e, d’accordo con mia moglie, scegliemmo questo posto perché tranquillo. Solo quattro piani con dodici appartamenti e nulla a che vedere con quegli enormi palazzi dove non esiste un attimo di pace e nessuno si conosce.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.5/10 (14 votes cast)

Un grosso affare di famiglia

Scritto il 6 ottobre 2017
Scritto in Racconti etero, Racconti trio

Un’ultima guardata allo specchio ed era pronta. Aveva fatto un buon lavoro. Il trucco era perfetto, la chioma luminosa, morbida e profumata e l’abito splendido e provocante. Il tutto completato da scarpe con tacco a spillo altissimo. Era un appuntamento importante quello e non poteva certo fallire.

Finalmente i due fratelli Guttermain le avevano dato un appuntamento. Forse avevano fiutato, da abili uomini di finanza che erano, un affare d’oro. Ci teneva tanto al suo progetto Marguerite e avrebbe voluto vederlo realizzato. Ma le mancavano i fondi di finanziamento. E i ricchi Guttermain facevano al caso suo.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.8/10 (9 votes cast)

Una operaia pronta a tutto …

Scritto il 6 ottobre 2017
Scritto in Racconti etero

Quella mattina il sole non era ancora sorto ma già era in piedi in cucina, vestita e pronta per uscire. Il treno sarebbe partito di lì a poco per portarla al lavoro. Quella fabbrica in zona dava lavoro un po’ a tutti e in tempi di crisi era già una gran fortuna fare l’operaia anche se doveva svegliarsi all’alba e rincasare dopo il tramonto.

Il treno partì. Quella mattina non era particolarmente affollato. Di solito era un appuntamento fisso tra pendolari che uscivano sempre alla stessa ora da casa. Si conoscevano un po’ tutti, ma quella mattina molti di loro non c’erano. Forse avevano aderito allo sciopero, ma il suo sindacato le aveva suggerito di andare regolarmente a lavorare. Perchè si respirava aria di licenziamento: alcuni reparti erano già stati chiusi e molti operai già in cassa integrazione.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.3/10 (9 votes cast)

La madre del mio migliore amico

Scritto il 7 marzo 2017
Scritto in Racconti etero, Racconti tradimenti

Il mio migliore amico ha una madre che si chiama XXX, la signora XXX, mi ha sempre fatto impazzire. Le sue tette, quelle mi fanno impazzire solo a guardarle. La signora XXX ha delle grandi tette.

L’avevo spesso immaginata in modo provocante,  in momenti di sfrenata perversione, momenti in cui mi immaginavo fino a che punto mi sarei spinto per far piacere al mio cazzo.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.5/10 (49 votes cast)

La Mia Cara Mamy

Scritto il 6 settembre 2016
Scritto in Racconti etero

Capitolo 1

Avevo compiuto venti anni da poco, posso dire, di me che sono uno sportivo, dicono che sono un bel ragazzo, ho finito il liceo da poco ho perso due anni, vivo con mia madre, una bella donna di quaranta anni e mio padre, più vecchio di lei, di venti anni ,un libero professionista,, non ci manca nulla, l’unica cosa, che mi rattrista e che vedo mamma triste, a volte silenziosa, ho chiesto, ma la sua risposta, vaga.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (13 votes cast)

Questa volta l’abbiamo fatto in 3

Scritto il 12 ottobre 2015
Scritto in Racconti etero, Racconti lesbo, Racconti orgie

Ciao a tutti, quello che vi sto raccontando è un esperienza che si è verificata con mia moglie.

Dopo anni e anni di matrimonio ha iniziato a mancarmi l’attrazione fisica verso di lei. Il fare continuamente le stesse cose, la famiglia e il non poter mai essere da soli e poter riuscire a trovare intimità di cui avevamo bisogno mi hanno escluso mentalmente dai rapporti sessuali.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.4/10 (72 votes cast)

La segretaria del mio medico

Scritto il 7 settembre 2014
Scritto in Racconti etero

La segretaria del mio medico è splendida. La tipica segretaria di bell’aspetto che tutti si porterebbero a letto. Il mio rapporto con lei era il tipico rapporto paziente-segretaria. Mi fermavo per mettermi in lista per la visita, le chiedevo le ricette…Mentre ero nella sala d’attesa ero solito guardarla. Era non altissima ma nemmeno bassa, un bel fisico formoso ma non grasso. Aveva la 3 di seno, un bel culetto, apelli neri a caschetto, occhi marroni, nasino piccolo. Io guardavo, senza farmene accorgere, nella sua scollatura appena fosse possibile. Appena si abbassava per raccogliere qualcosa o si muoveva sporgendosi. La guardavo, sbirciavo ma era poco. Poi tornavo a casa e mi masturbavo, immaginando quella camicetta sbottonarsi.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.3/10 (31 votes cast)

La madre del mio amico

Scritto il 26 maggio 2014
Scritto in Racconti etero

Lei è la madre di un mio caro amico, un amico conosciuto a 6 anni e che ho frequentato per sempre. Quindi potete capire la passione per questa donna quando sia iniziata, quanto presto e quanto sia durata. Dura ancora.
E’ una bella donna, intelligente, seria, divertente, simpatica, a volte anche fredda, ma poi calorosa, ospitale…è perfetta, almeno io la trovo tale.
Leggi di più…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.5/10 (26 votes cast)